PIENZA: un gioiello da visitare

BAGNI VIGNONI: vapori nella piazza delle Sorgenti, romana
Gennaio 26, 2018
MONTICCHIELLO: piccolo borgo conosciuto per il suo teatro detto “povero”.
Gennaio 26, 2018
Pienza deve la sua bellezza a Enea Silvio Piccolomini, il futuro Papa Pio II, che trasformò la sua casa nativa da piccolo borgo che era a una vera e propria cittadina rinascimentale: il paese è tutt'oggi uno degli esempi più significativi di progettazione urbanistica razionale tipica del Rinascimento Italiano. Dei lavori si occupò l'architetto Bernardo Rossellino nel 1459 e dopo circa quattro anni Pienza divenne una residenza papale in stile rinascimentale sotto la spinta dell'utopia umanistica della rinascita della civiltà classica, di una nuova armonia fra natura e storia. La storia del comune è rimasta praticamente invariata in seguito alla morte prematura di papa Pio II.

Percorrendo il corso Rossellino si possono ammirare molti palazzi quattrocenteschi fino a giungere in piazza Pio II, dove si affaccia la stupenda Cattedrale. Tutto intorno si possono ammirare il Palazzo Comunale, il Palazzo Borgia e il Palazzo Piccolomini. Il paese di Pienza è famoso per la sua attività agricola e soprattutto per lo squisito formaggio pecorino. Grazie alla bellezza del suo centro storico, nel 1996 Pienza è entrata a far parte dei "Patrimoni naturali, artistici e culturali" dell'UNESCO, seguita nel 2004 tutta la zona della Val d'Orcia.

fonte: http://www.terreditoscana.valdelsa.net
Piazza Pio II a Pienza è dedicata ad uno dei personaggi più importanti che hanno plasmato la storia di questo angolo della Val d'Orcia: Enea Silvio Piccolomini, futuro Papa Pio II, che nel 1462 incaricò l'architetto Bernardo Rossellino di trasformare in città il medioevale borgo natio di Corsignano. Così fu data una nuova veste anche a questa piazza, che acquistò una forma trapezoidale con pavimentazione in mattoni a spina di pesce e oggi è considerata una delle più limpide realizzazioni degli ideali urbanistici del Rinascimento. Tutte le architetture che vi si affacciano sono state realizzate da Bernardo Rossellino tra il 1459 ed il 1462, come la Cattedrale dell'Assunta, che sorge sul luogo dell'antica pieve di Santa Maria, con una facciata in travertino con il tetto a due spioventi che ricorda le chiese gotiche francescane e custodisce diversi pregevoli dipinti tra cui l'Assunzione de Il Vecchietta e la Madonna in Trono con Bambino tra i Santi di Matteo di Giovanni. Sul timpano della facciata, circondato da un festone di frutta, campeggia lo stemma Piccolomini.

A sinistra si erge Palazzo Borgia che fu donato da Papa Pio II al Cardinale Rodrigo Borgia, futuro Papa Alessandro VI, e oggi è sede del Museo Diocesano. Nella piazza vi si affaccia anche il Palazzo Comunale, con la sua bassa e grossa torre con orologio, che all'interno conserva un pregevole affresco di scuola senese del Quattocento con la Madonna col Bambino e i patroni di Pienza, mentre all'angolo con Corso Rossellino si trova Palazzo degli Ammannati.

fonte: https://www.visittuscany.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *